Risalente almeno al XIII secolo, è dotato di fossato e appartiene ai Canonici della Cattedrale di S. Alessandro in Bergamo fino a quando non viene acquistato dal condottiero Bartolomeo Colleoni con due atti: uno del 1470 e uno del 1473.

Successivamente la proprietà passa ai suoi discendenti, i Martinengo Colleoni. Nel 1594, a seguito di una divisione fra i due rami della famiglia, il complesso passa al condottiero conte Francesco, insignito nel 1576 del prestigioso collare dell’Ordine della Ss. Annunziata dal duca Emanuele Filiberto di Savoia. A partire dal 1597, con la moglie Beatrice di Langosco, marchesa di Pianezza, si iniziano i lavori di radicale ricostruzione del complesso che conferiscono l’attuale forma al fortilizio.

Negli anni venti del Seicento e per tutto il secolo seguono campagne decorative per abbellire la struttura con pregevoli affreschi. Risale alla prima metà del XVIII secolo lo scalone elicoidale attribuito al famoso architetto Filippo Juvarra. Dopo i Martinengo Colleoni, che risiedono nel complesso fino al 1885, il castello passa ad altre famiglie come i principi Giovanelli di Venezia e i conti Mazzotti Biancinelli. Dal 1950 il castello appartiene alla famiglia dei principi Gonzaga di Vescovato, che ha in corso un’opera di restauro.

Sito web: www.coglia.org
Email: proloco.cavernagomalpaga@gmail.com
Telefono: +39 035 840513 interno 2
Indirizzo: Cavernago (BG)
Via Castello di Cavernago, 1

Ultimo aggiornamento

12/01/2024, 17:41

Castello di Cavernago

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri